Continua a leggere per saperne di più

Quando i tessuti interni del dente si ammalano, a causa di un processo carioso o traumatico , il trattamento endodontico è l’unica soluzione in grado di ripristinare il benessere del paziente e del suo cavo orale.

Con il termine endodonzia si intende la cura dei cosiddetti “canali dei denti”, infatti è spesso chiamata “cura canalare”.

Un tempestivo intervento endodontico, può salvare il dente.

Presso il Centro Dentistico Cavour, di Via Pietro Cossa n. 28, a Roma, la cura canalare viene eseguita con strumenti di ultima generazione Nichel Titanio reciprocanti e con localizzatore apicale, che permette al professionista di lavorare al meglio, con un limitato ricorso alla radiologia.

La missione degli esperti del centro, infatti, è quella di ridurre i tempi delle cure canalari e, al tempo stesso, diminuire il disagio del paziente.

 

Anatomia del dente

Per capire al meglio il motivo alla base della necessità di effettuare una cura canalare, è bene analizzare nel dettaglio quella che è l’anatomia del cavo orale.

Oltre alla radice, che funge da ancoraggio alle ossa della bocca, ogni dente è formato dalla corona, che non è altro che la parte superiore e visibile dell’elemento, da uno strato esterno protettivo, conosciuto come smalto, da un ulteriore strato sottostante, denominato dentina e dalla polpa, il centro del dente, nota anche come nervo, ovvero la parte che contiene tutte le vene, le arterie e le terminazioni nervose.

Se non si interviene tempestivamente, può accadere che i batteri, già in azione nel processo carioso, riescano a raggiungere l’interno del dente e quindi il nervo,

provocando al paziente forti dolori, spesso refrattari al trattamento farmacologico, che rendono necessario il ricorso al trattamento endodontico.

La cura canalare, infatti, permette allo specialista di eliminare il nervo ed il tessuto necrotizzato, pulendo l’area in profondità, per poi sigillare il tutto con un materiale biocompatibile.

 

Il trattamento

Come anticipato, per poter bloccare l’infezione in corso, l’endodontista deve ricorrere alla cura canalare, una terapia che risolve il problema, senza dover procedere alla rimozione del dente.

Il termine canalare, infatti, deriva proprio dai canali presenti all’interno della radice dentale, che vengono puliti durante il trattamento endodontico.

In questo modo, agendo nei giusti tempi, è possibile evitare che i batteri, già arrivati nella polpa, possano penetrare ancora più in profondità, raggiungendo l’osso causando un ascesso.

Nella cura canalare, prima di procedere alla rimozione del tessuto pulpare infiammato, il paziente viene anestetizzato, per evitare che il lavoro risulti troppo doloroso.

Una volta terminata questa fase preparatoria, il professionista prosegue con l’apertura del dente e, in particolare, dei canali.

A questo punto, tutto il tessuto intaccato dall’azione dei batteri viene rimosso, sia a livello della corona sia a livello delle radici.

Per bloccare il futuro passaggio dei batteri, impedendo nuove formazioni infettive, i canali vengono sagomati e sigillati grazie ad particolari materiali.

Nella maggior parte dei casi, compatibilmente con l’avanzamento dell’infiammazione, la cura canalare può dirsi terminata con una sola seduta.

Se anche tu hai bisogno di effettuare un trattamento endodontico, affidati alla professionalità del Centro Dentistico Cavour.

Chiama il numero 06.3611656, 06.3224674. Whatsapp 351.5352626

Facebook
Instagram
  GSMA Società Tra Professiolisti | Sede Legale: V. Pietro Cossa 28, 00193 Roma | rea: 1518321 | capitale: 2.000 €. | P. Iva: 14402251004    Privacy Policy e Cookies

si4web

© 2019 | All rights reserved