Scopriamo di cosa si tratta

La mancanza di uno o più denti rappresenta una condizione di forte disagio, che può avere pesanti ripercussioni sull’estetica e la funzionalità del cavo orale.

In questi casi, poter contare su innovative tecniche di sostituzione, studiate per garantire risultati di altissima qualità, permette all’interessato di vivere questo disagio in maniera decisamente più serena, nella consapevolezza che si tratta di una condizione perfettamente risolvibile.

Con il progresso dell’odontoiatria la materia ha potuto fare enormi passi avanti consentendo al paziente di scegliere, tra i diversi trattamenti disponibili, quello che più si addice alle sue esigenze.

Presso il Centro Dentistico Cavour, di Via Pietro Cossa n. 28, a Roma, è possibile essere sottoposti a terapie protesiche tradizionali o interventi di implantologia osteointegrata, da parte professionisti qualificati e competenti, con anni di esperienza alle spalle.

 

Il metodo tradizionale

Quando vengono a mancare uno o più elementi dentari, a prescindere dalla causa che ha portato alla perdita, è possibile rivolgersi ad uno specialista, che provvederà a ristabilire la corretta funzione del cavo orale, attraverso una protesi fissa tradizionale.

In questo modo si riuscirà a ripristinare l’estetica e la funzione della bocca, e il paziente potrà tornare a svolgere tutte le attività fino a quel momento bandite, a causa della mancanza dei denti.

Tutto ciò è realizzabile a patto che gli elementi residui della dentatura risultino in buone condizioni, requisito essenziale per la realizzazione di una protesi fissa tradizionale.

In una situazione ideale per il trattamento, gli specialisti progettano una protesi fissa,

il risultato verrà poi cementato ai denti naturali, diventando una parte inamovibile della bocca.

Appartengono alla categoria appena descritta le “corone” popolarmente note anche come “capsule”, che sostituiscono un solo dente, ed i “ponti”, che rimpiazzano più elementi dentari fino all’intera arcata.

Questa seconda ipotesi ha bisogno dei cosiddetti pilastri naturali di sostegno, ovvero denti affidabili su cui sarà cementata la protesi tradizionale fissa.

Al giorno d’oggi, le moderne tecniche protesiche permettono agli specialisti di utilizzare sofisticate stampanti 3d, che si servono di materiali stabili, atossici e ad alta valenza estetica, dalle “zirconie” alle “ceramiche integrali”.

 

L’implantologia

Quando le condizioni del cavo orale lo consentono, in alternativa alle protesi fisse tradizionali, anche per una totale mancanza degli elementi naturali, la soluzione più vantaggiosa si rivela quella di optare per una protesi fissa su impianti.

Tale relativamente nuova ipotesi presenta delle importanti differenze rispetto al metodo tradizionale appena analizzato, pur garantendo, anche in questo caso, risultati qualitativamente elevati.

Attraverso questa specifica tecnica, dopo aver accertato le buone condizioni dell’osso, il dentista procede con il posizionamento di impianti dentali, disposti in punti strategici del cavo orale, ai quali verranno ancorate le protesi fisse.

Il vantaggio più grande di queste radici artificiali in titanio riguarda, senza dubbio, la possibilità di ripristinare, con l’intervento dell’ implantologia osteointegrata, la dentatura di un singolo dente o di un’intera arcata, con un beneficio di non poco conto, sotto molti punti di vista, infatti è bene sottolineare che la procedura in questione è assolutamente poco invasiva poiché prevede l’installazione degli impianti in maniera contemporanea, con il minimo disagio fisico ed emotivo per il paziente.

Facebook
Instagram
  GSMA Società Tra Professiolisti | Sede Legale: V. Pietro Cossa 28, 00193 Roma | rea: 1518321 | capitale: 2.000 €. | P. Iva: 14402251004    Privacy Policy e Cookies

si4web

© 2019 | All rights reserved